La respirazione orale

La respirazione orale

respirazione oraleIl nostro corpo è stato strutturato per respirare normalmente con il naso. Per svariate cause, tra cui una postura anormale della lingua dovuta a ciuccio e biberon, un bambino (o un adulto) possono essere dei respiratori orali, cioè respirano normalmente con la bocca.

Questa condizione è critica per tutto il corpo e crea una serie di effetti negativi a livello di diversi apparati. Un primo effetto può essere un aumento delle adenoidi, con conseguente ulteriore difficoltà a respirare con il naso.

Un effetto evidente c’è sulla struttura del palato che non si forma correttamente sotto la spinta della lingua e appare stretto e alto. Ne risentono di conseguenza anche la posizione e l’affollamento dei denti.

Altro problema correlato sono patologie dell’orecchio, come otiti ricorrenti e diminuzione dell’udito.

Respirare con la bocca causa un ossigenzione minore del cervello con conseguenti deficit di concentrazione e minore ossigenzione generale che può essere compensata addirittura con un’ipertrofia (cioè un ingrandimento) del cuore.

Altri organi interssati possono essere gli occhi con una possibile diminuzione della capacità visiva e della messa a fuoco binoculare.

Infine non mancano le problematiche ortopedico-posturali legate alla posizione anomala di collo e schiena per compensare la posizione abbassata della lingua del respiratore orale.

Tutte queste complicanze sono completamente reversibili e hanno una guarigione molto rapida nel momento in cui si riacquista una corretta respirazione nasale, grazie agli esercizi o agli apparecchi mirati.

Controllate sempre che i vostri bambini respirino correttamente con il naso!!

Leave a Comment

Name*

Email* (never published)

Website

La cosa più importante in medicina?
Non è tanto la malattia di cui il paziente è affetto, quanto la persona che soffre di quella malattia.

[Attribuita ad Ippocrate – 460-377 a.C.]

Pin It on Pinterest

Share This